Subappalto, ecco perché la Corte di giustizia europea ha detto stop ai limiti

Di Paola Conio – www.agendadigitale.eu

“La sentenza del 26/09/2019 pronunciata dalla Corte di giustizia europea stabilisce che il limite del 30% ai subappalti imposto dalla legge italiana è in contrasto con le norme UE. La decisione apre scenari nuovi per il Codice appalti e in generale il procurement in Italia. La Corte di giustizia UE ha sentenziato che i limiti al subappalto previsti dalla legge italiana sono in contrasto alle normative europee. Questa decisione avrà ripercussioni sul procurement in Italia e potrà portare a una modifica delle disposizioni in materia. L’Italia ha sempre applicato il limite ritenendolo un mezzo utile per evitare infiltrazioni criminali nelle gare, ma la Corte ha ritenuto che non sia un mezzo efficace e che ce ne siano già, sottolineando anche come la stazione appaltante possa imporre limiti di volta in volta a seconda dei casi, ma che non debba essere il legislatore nazionale a farlo a priori. Approfondiamo la situazione. …”

Leggi tutto