Mancata indicazione costi della manodopera: Soccorso istruttorio possibile se non modifica l’offerta

Di Redazione Lavori pubblici on line – www.lavoripubblici.it

“Nel caso in cui il bando di gara non preveda l’indicazione separata dei costi della manodopera a pena esclusione, la Stazione Appaltante può legittimamente richiedere chiarimenti al fine di consentire al concorrente di specificare, nell’ambito dell’offerta economica già formulata e da ritenersi non suscettibile di alcuna modifica, la parte di importo imputabile ai costi della manodopera. Lo ha confermato l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) con delibera n. 1106/2018 con la quale ha risposto ad una istanza di parere di precontenzioso che ha ribadito un concetto già espresso dall’Authority con le delibere n. 417/2018 e n. 420/2018. Il caso. L’istanza di parere di precontenzioso riguarda una procedura negoziata da aggiudicarsi con il criterio del prezzo più basso, in cui l’operatore economico risultato miglior offerente nella gara specificava nella propria offerta i costi della sicurezza ma non i costi della manodopera. La stazione appaltante, non avendo previsto nel bando l’esclusione in caso di mancata indicazione separata dei costi della manodopera, ha utilizzato l’istituto del soccorso istruttorio previsto dall’art. 83, comma 9 del DLgs n. 50/2016 (c.d. Codice dei contratti) per verificare se la mancata indicazione fosse solo una carenza formale. …”

Leggi tutto