Offerta economicamente più vantaggiosa, Consiglio di Stato: le Linee guida Anac n. 2 non sono vincolanti

Di Redazione Casa&Clima – www.casaeclima.com

“Tali Linee guida non sono idonee a rappresentare parametro di legittimità delle determinazioni adottate dalle singole stazioni appaltanti nella fissazione delle regole di gara.
In merito all’eventuale discrasia fra la legge di gara e le prescrizioni di cui alle linee guida dell’ANAC n. 2 del 21/09/2016 (in tema di ‘Offerta economicamente più vantaggiosa’), la quinta sezione del Consiglio di Stato, nella sentenza n. 6026 del 22/10/2018, ha osservato che “trattandosi pacificamente di linee guida ‘non vincolanti’ (le quali traggono la propria fonte di legittimazione nella generale previsione di cui al comma 2 dell’articolo 213 del nuovo ‘Codice dei contratti’), esse non risultano idonee a rappresentare parametro di legittimità delle determinazioni adottate dalle singole stazioni appaltanti nella fissazione delle regole di gara”. Nella suddetta sentenza Palazzo Spada ha anche ricordato che “la giurisprudenza amministrativa ha riconosciuto la possibilità di applicare in modo attenuato il tendenziale divieto di commistione tra le caratteristiche oggettive della offerta e i requisiti soggettivi della impresa concorrente, alla duplice condizione a) che taluni aspetti dell’attività dell’impresa possano effettivamente ‘illuminare’ la qualità della offerta e b) che lo specifico punteggio assegnato, ai fini dell’aggiudicazione, per attività analoghe a quella oggetto dell’appalto, non incida in maniera rilevante sulla determinazione del punteggio complessivo (in tal senso: Cons. Stato, V, 3/10/2012, n. 5197)”. …”

Leggi tutto