WebRatio, ecco la “ricetta IoT” per la manutenzione predittiva

Di Antonello Salerno – www.internet4things.it

“I progetti dello spinoff del Polimi dimostrano come si possa “creare valore” grazie al “Things relationship management”: le interazioni cioè tra oggetti, produttori e utenti, abilitate dai dati trasmessi dai macchinari, che si tratti di frigoriferi industriali o climatizzatori. Riducendo gli sprechi, migliorando l’efficienza e prevenendo i guasti. L’intuizione che ha decretato il successo di WebRatio è stata quella di “far parlare” gli oggetti industriali finiti una volta che entrano in funzione, per raccogliere i dati e metterne a frutto le informazioni raccolte nell’ultimo miglio dell’Iot, consentendo un’interazione tra oggetti, produttori e utenti. Con la mission dello sviluppo rapido di applicazioni web e mobile è così nato Semioty, il software per l’ “Ultimo miglio dell’Iot”. L’idea ha preso forma all’innovation hub di Lomazzo, da un’intuizione dell’Ad Stefano Butti. Ma quali sono le principali caratteristiche di Semioty? Se, ad esempio, si producono impianti di areazione per garantire un’ottima qualità dell’aria, Semioty raccoglie i dati sull’impianto, li legge, li converte in informazioni e li invia ai produttori e ai proprietari, che potranno intervenire in tempo reale in caso di mal funzionamento o necessità di manutenzione. Questo senza ogni volta dover costruire un’applicazione ad hoc per ogni prodotto, dilatando tempi e costi, ma mettendo in campo un’applicazione pronta all’uso. …”

Leggi tutto